Amore mio

Che ve devo dì nun ciò vent’anni

e ner core risento quell’emozione

che te strazia e nun te dico i danni

ner corpo, nella mente… è la passione!

 

 

La notte nun ce dormi ma ce pensi

er giorno nun  fai gnente e de ripensi

te senti sottosopra ne li sensi.

 

 

L’ho guardata, accarezzata l’ho baciata

lei tremanno cheta cheta me diceva

“nun fa così te prego” me chiedeva

poi contenta s’addormiva frastornata.

 

 

S’è svejata, m’ha baciato, accarezzato

“amore mio” j’ho detto “quanto sei bella,

vorrei volà lassù sopra ‘na stella

pe’ stà solo con te …sò ‘nnammorato”!

 

 

De stelle er celo poi s’è ‘mbrillantato

“devo annà a casa” dice “s’ò aspettata”

de core n’artra vorta l’ho baciata

e felice a casa pur’io me ne sò ‘nnato.